La Voce Dei Conigli

sito informativo sui conigli e tematiche animaliste

 

Non siamo zoofili, siamo contrari al commercio ed alla riproduzione degli animali. Questo sito è contro la vivisezione, la caccia, gli zoo, contro qualsiasi forma di sfruttamento animale.

Il nostro obiettivo è il benessere di tutti gli animali, per questo sosteniamo uno stile di vita etico dall'alimentazione priva di carne e derivati animali, alla scelta di acquistare prodotti che non abbiano comportato morte o sofferenza di nessun essere vivente.

Home  Menù principale  Contatti 

Schede  Adozioni

    

 

Menù principale

 

Prima visita

Il coniglio

Sistemazione

Alimentazione

Igiene e cura

Prevenzione

Malattie

Sterilizzazione

Vaccinazioni

Comportamento

Linguaggio

Convivenza

Colpo di calore

Veterinari

 

 

SISTEMAZIONE

Casa sicura Balcone Lettiera Arrichimento ambientale Giardino

 

 

 

Solo perchè non abbaiano nè miagolano nel rimanere chiusi in gabbia non vuol dire che sia giusto e che non soffrono!

 

Se decidete di prendere un coniglietto, ricordatevi che non può vivere in gabbia, il coniglio ha bisogno di muoversi liberamente, in caso contrario andrebbe incontro allo sviluppo di gravi patologie  fisiche e mentali che porterebbero l'animale a sofferenza e morte!

 

Il coniglio può tranquillamente essere tenuto in casa libero proprio come un gatto.

Occorre solo prendere delle precauzioni per evitare che si faccia male e che possano fare meno danni possibili Una volta sistemata la casa a "prova di coniglio" potremmo lasciarlo scorazzare liberamente tutto il giorno senza avere l'ansia di sorvegliarlo a vista!

In questo modo vivrà bene lui e noi e potremmo godere in tutta libertà della compagnia e allegria.

 

 

 

 

Ma perchè il coniglio viene chiuso in gabbia?

 

Purtroppo le persone mettono in gabbia il coniglio un po’ perché fà parte di un retaggio arcaico che ci trasciniamo dietro dalle vecchie abitudini contadine, un po’ perché sporca con pipì e feci, perché rosicchia fili, mobili e tappeti...

diciamo che la gabbia è la soluzione più facile, ma mai quella giusta!

 

La maggior parte delle persone per evitare di pulire continuamente tutta casa preferisce rinchiudere in gabbia il coniglio, pensando così di aver risolto il problema. Questa prigionia unita allo stress ormonale non farà altro che peggiorare la situazione, portando il coniglio a diventare aggressivo e distruttivo ed a sporcare ogni volta che viene fatto uscire dalla gabbietta.

 

Il coniglio in gabbia sviluppa problemi comportamentali, fisici e psicologici.

Spesso lo stress è talmente forte che si ammalano gravemente.

Tenere un coniglio in gabbia equivale a maltrattarlo.

 

Ecco le motivazioni principali che spingono le persone a tenere in gabbia il coniglio:

  • Sporca in casa con feci ed urina

  • Rosicchia mobili, fili elettrici e oggetti vari

  • Presenza di altri animali con cui non riesce a convivere (cani, gatti)

Quindi è possibile lasciare il coniglio libero in casa?

 

Certo che si! Bastano degli accorgimenti per poter tenere libero il coniglio 24 ore al giorno in casa, senza avere la paura che si faccia male, che combini dei guai e che sporchi in giro:

  • Sterilizzare il coniglio così che eviterà di marcare il territorio con feci ed urina

  • Mettere in sicurezza fili elettrici e oggetti vari

  • Evitare di prendere animali che non possono convivere insieme al coniglio

Sterilizzazione:

Fate sterilizzare il vostro coniglio!

Dopo la sterilizzazione il coniglio (sia maschio che femmina) smetterà di sentire l'istinto di marcare casa con feci ed urine ed inizierà a sporcare solo in lettiera.

 

In gabbia mai, NEMMENO LA NOTTE!

 

Se la casa è in sicurezza il coniglio può rimanere libero sempre e senza l'ansia di controllarlo che non combini guai.

Se voi fate uscire solo qualche ora il coniglio si sfogherà sporcando e rosicchiando..è normale..questo perchè è stressato dalle ore che rimane chiuso in gabbia.. anche se lo vedete tranquillo che dorme, rimanere chiuso è per lui un forte stress. Lui vorrebbe giocare, saltare, avvicinarsi a voi per interagire, ma questo in gabbia non può farlo. Appena lo liberate sfoga tutto questo stress e rosicchia per attirare probabilmente la vostra attenzione.

 

Iniziate a lasciarlo libero tutto il giorno, prima in una stanza, poi piano piano in tutta casa... vedrete che con il passare dei giorni lo stress diminuirà e i danni saranno sempre meno...

Se il vostro coniglio è sempre libero potrete godere della sua compagnia senza dover osservare tutti i suoi movimenti e uscire di casa o dormire la notte senza paura che si faccia male e faccia danni. Avrete cosi un coniglio più felice ed imparerete cosi a gioire della compagnia reciproca.

Più il coniglio è libero meno danni farà in casa! provate!

 

 VEDI VIDEO DI CONIGLI LIBERI IN CASA

 

 

 

LIBERO IN CASA

 

Non confinate il vostro coniglio solo in una stanza, lasciategli la possibilità di poter stare anche nelle stanze in cui siete voi perchè loro amano socializzare, se lasciati soli soffrono la solitudine si annoiano e diventano "distruttivi".

 

Quale stanza di casa scegliere?

 

Le stanze consigliate sono sala e cucina che sono poi le stanze in cui le persone passano il maggior tempo.

Può andare bene anche una camera purchè si lasci al coniglio la possibilità di girare liberamente per il resto di casa e passare quindi delle ore in vostra compagnia.

 

Sconsigliamo:

Il bagno perchè non è l'ambiente migliore perchè solitamente è piccolo,umido e troppo isolato.

Un recinto è pur sempre una gabbia e limita il rapporto coniglio-uomo, meglio la totale liberà.

Il terrazzo perchè può diventare un forno d'estate e gelido all'inverno e poi il coniglio rimane troppo isolato.

 

ATTENZIONE: Non isolare il coniglio dal resto della famiglia. Il coniglio ha bisogno di interagire con noi, lasciarlo troppe ore chiuso in una piccola stanza non va mai bene.

 

CONSIGLI PRATICI per una casa "sicura" RABBIT PROOFING

Il coniglio domestico, come quello selvatico, ha l’istinto naturale di scavare e rodere. Per evitare che si faccia male e che ci distrugga la casa dobbiamo preparargli un ambiente adatto. Assicuriamoci quindi di togliere dalla sua portata:

Cose da mettere in sicurezza per evitare che il coniglio si faccia male:

  • Togliete sostanze pericolose (come detersivi, candele..).

  • Non lasciate le finestre aperte se il coniglio ci può arrivare.

  • Non dimenticate aperto il Water.

  • Coprite con la rete metallica i balconi con fessure e ringhiere

  • Chiudete le scale aperte

  • Togliete piante ed oggetti pericolosi

  • coprite cavi, fili elettrici

Occorrente e come utilizzarlo

  • Copricavi

  • Rete metallita

  • Cancelletto

  • Paraspigoli in metallo

  • Pannelli in plastica o legno

copricavi.jpg rete metallica.jpg DSCN5623.JPG paraspigoli.jpg pannelli.jpg

 

Copricavi:

Coprite i fili elettrici, in commercio esistono coprifili facilissimi da usare.

Oppure alzateli almeno a 30 cm da terra, o copriteli con della rete metallica (non rete di sola plastica).

copertura fili.jpg

 

Pannelli in plastica-plexiglass-legno:

Molto comodi da usare sono i pannelli in plastica che si trovano in svariati colori o trasparenti negli store del "fai da te" (Brico, Obi ecc.), costano poco e si possono ritagliare e piegare nelle misure che meglio serve, ottimi da usare per coprire i fili ad esempio dietro le scrivanie, cavi tv, oppure per limitare delle zone...

 

pannelli1.jpg pannelli2.jpg 3.jpg

 

Rete metallica (non in plastica):

Salva tubi lavatrice, fili pc, libri.

 

P1020577.JPG rete per fili.jpg

 

Mobili, spigoli delle porte:

Applicate negli angoli delle porte o dei mobili delle angoliere di metallo.

 

Cancello:

Molto utile installare un cancelletto per evitare che il coniglio vada in zone dove non abbiamo protetto adeguatamente.

 

cancello.JPG   cancello.jpg

 

Le scale:

Rete laterale e cancelletto per delimitare accesso alle scale "aperte" sul lato, molto pericolose per un coniglio che potrebbe cadere anche dall'alto! Assolutamente metterle in sicurezza.

 

scale.jpg scaleprotette.jpg

 

Piante

Togliete le piante potenzialmente velenose o copritele con della rete:

 

 

Wc:

in casa possono esserci dei pericoli per il coniglietto, uno di questi può essere il water. Non lasciate mai la tavoletta del water aperta, non è il primo coniglio che ci finisce dentro e non riesce più ad uscire, il pericolo è di annegamento specie per i conigli cuccioli.

 

 
TRUCCHI per evitare danni in casa

 

Divani o letti:

mettete un copri divano con 2 coperte, o una tela cerata (facile da mettere e togliere e da pulire!), in maniera che se fa pipì cambiate le coperte e il divano si salva!

 

DSCN5625.JPG div.jpg divano.jpg divano2.jpg

 

o in alternativa potete recintare il divano

 

divano recintato.jpg divano.jpg

  

se il problema è che il coniglio rosicchia i bordi del divano (come la Baby...) è bastato coprire i bordi con degli asciugamani.

 

babyivano.jpg

 

 

 

BALCONE E TERRAZZI

 

Ai conigli, anche quelli abituati alle comodità dell’appartamento, piace trascorrere ore all’aria aperta, sotto il sole primaverile a correre e saltellare.
Non tutti hanno la fortuna di avere un giardino ben recintato, ma anche un bel terrazzo può bastare.
L’ideale sarebbe poter concedere al coniglio il libero accesso al terrazzo quando più ne ha voglia provvedendo ad installare sulla porta del terrazzo (sia in vetro che in legno) quelle porticine per cane e gatto che si vedono sempre nei film americani e che si possono acquistare in qualsiasi negozio di prodotti animali. Unica accortezza: non tutti i conigli capiscono che la porticina che si apre a spinta non è pericolosa e la temono, per cui sarebbe meglio lasciare lo sportellino sempre aperto.


Una volta uscito in terrazzo il coniglietto deve poter trovare un ambiente sicuro, senza piante velenose per la sua salute (ad esempio certe piante ornamentali come l’oleandro), mobili vicini a “scaletta” che gli permettano di cacciarsi in situazioni pericolose e farsi male, e soprattutto un parapetto del terrazzo ben protetto da rete metallica (non in plastica).

 

rete metallica.jpg rete.jpg

 

Anche per i terrazzi con parapetto a muro assicurarsi che non ci siano buchi o feritoie dove il coniglietto possa scappare, cadere o incastrarsi e farsi male. Assicurarsi di allontanare dal parapetto scaffali, vasi o cose che possano fare da "trampolino" di lancio, per evitare che il coniglio possa saltare giù dal balcone.

Provvediamo in qualsiasi caso che il coniglio abbia sempre zone d'ombra per ripararsi dal sole (le alte temperature sono pericolose) e dalla pioggia, magari arrediamogli la terrazza con una casetta di legno che oltre a divertirlo può essere un riparo.

 

1.jpg 2.jpg 3.jpg 4.jpg

 

ATTENZIONE

Il balcone/terrazzo non è il posto dove far vivere sempre il coniglio, questo perché anche il coniglio ama interagire con noi quindi se lasciato sempre fuori ne soffrirebbe.

Se il terrazzo poi è piccolo o non sicuro e senza adeguate coperture contro pioggia, freddo e sole allora è davvero sconsigliato lasciare il coniglio fuori.

 

Gattaiola:

per permettere al coniglio di entrare ed uscire a piacimento potete mettere sulla portafinestra la porticina

 

012.JPG

 

Terrazza con tende, casette, divisori, lettiere:

 

     

 

 

 

ACCESSORI: lettiera ideale, uso della cassetta igienica

 

La lettiera giusta è molto importante per il benessere del coniglio, ecco quale usare:

 

Il PELLET è la soluzione migliore, economico ben assorbente e naturale.

Da evitare il pellet di legno di cedro o pino perchè le esalazioni emesse potrebbero causare danni epatici. Prendete possibilmente il pellet in faggio (ne esistono di varie marche), lo potete trovare in negozi di stufe, supermercati e bricolage in sacchi da 15 kg, sono molto economici e convenienti!

 

 

pellet.jpgesempio di pellet di legno per stufe 

 

Lettiere non adatte:

 

Sconsigliata è la sabbietta per gatti, perché irritante per occhi, mucose ed è molto abrasiva e puo' quindi creare delle pericolose infezioni alle zampe del coniglio che sono estremamente delicate, inoltre se ingerita può essere tossica o causare ostruzioni intestinali.



Il tutolo di mais sconsigliata, non fa male ma non è molto assorbente e potrebbe anche essere ingerito.
La lettiera dovrà essere cambiata con regolarità per evitare che il coniglio viva nella sporcizia delle sue feci e della sua pipì e per evitare in casa degli sgradevoli odori!

 


 

Il truciolo di legno (segatura) sconsigliata, non è molto assorbente ed è molto polverosa. Inoltre tende ad attaccarsi al pelo del coniglio con la probabilità che poi venga ingerito.

 

 

Come preparare la lettiera

 

Prima di tutto se avete una gabbia togliete la parte superiore e usate il fondo come lettiera.

Sistemate uno strato di lettiera in pellet sul fondo, poi sistemate un bel mucchio di fieno su un lato in maniera che il coniglio sia interessato ad entrare e mentre fa i bisognini possa sgranocchiare del fieno.

 

LETTIERA3.jpg

 

Uso della lettiera

 

Il coniglio, essendo un animale pulito, impara presto ad usare la cassetta igienica, proprio come i gatti, basta abituarlo fin dai primi giorni del suo arrivo in casa. Di solito sceglie un angolino dove andrà sempre a fare pipì. Sistemare quindi la cassetta nell'angolo che ha scelto e premiarlo con un alimento gradito quando fa pipì nel posto giusto, in caso contrario non punirlo perché l'effetto sarebbe contrario.

Usate il rinforzo positivo, quando fa pipì nella lettiera premiatelo con un uvetta o con qualcosa a lui gradito!

Se il coniglietto è molto giovane vi farà pipì anche in braccio, perché è come un neonato, ci vuole un po' di pazienza.

Però potrebbero decidere anche di provare nuovi posti e di ritrovarsi qualche sorpresina in giro per casa, nel periodo dell'adolescenza specialmente!

 

CONSIGLI PRATICI come insegnare al coniglio ad usare la lettiera

 

Appena portiamo a casa il coniglio limitare la zona di libertà solo ad una stanza e mettere la lettiera.

Sistemiamo nella lettiera anche del fieno, perchè i conigli amano fare i bisognini e mangiare qualcosa.

Se il coniglio sporca in lettiera premiarlo con dell'uvetta o della mela.

Non pulite completamente la lettiera tutti i gironi altrimenti il coniglio non riconoscerà il proprio odore e potrebbe quindi sporcare fuori dalla lettiera!

Quando il coniglio ha imparato a sporcare in cassetta si può lasciare libero di esplorare tutta la casa sistemando qualche lettiera in varie zone. Spesso è consigliato mettere anche più lettiere in giro per casa.

Il coniglio non si sposta molto quando gli scappa, per questo è bene mettere più lettiere in casa.

 

Il coniglio è un animale molto abitudinario, non spostare le cassette una volta che il coniglio ha imparato ad usarle.

I maschi, se integri, marcano il territorio spargendo feci e, a volte, spruzzando pipì, quindi se trovate sorpresine in giro probabilmente è perché il coniglio vuole segnare il territorio, la sterilizzazione è necessaria.

 

IL CONIGLIO NON USA LA LETTIERA ecco i vari motivi e come risolverli:

  • Sterilizzazione: se il coniglio non è sterilizzato marca il territorio con feci ed urina...basta sterilizzare il coniglio e si risolve!

  • Lettiera con fondo sbagliato: il pellet da stufe è la lettiera migliore.

  • Certe lettiere non piacciono ai conigli come ad esempio quelle polverose o troppo profumate.

  • Alcune persone usano mettere un fondo in plastica o fogli di giornali per facilitare la pulizia, ma ai conigli il rumore della plastica non piace e tenderanno a non entrarci.

  • Gabbia: la gabbia ha un entrata stretta, per cui spesso ai conigli non piace dover entrare, inoltre conigli anziani o con problemi alle zampe possono avere maggiori difficoltà. Togliete la griglia della gabbia in maniera da agevolare l'entrata in lettiera al coniglio. La griglia è sempre pericolosa e il coniglio si può impigliare con le zampe causandosi gravi fratture.

  • Posizione sbagliata: è spesso il coniglio che sceglie il posto dove ama fare i bisognini...mettete la lettiera dove vedete che tende a sporcare..oppure scegliete l'angolo più riparato e tranquillo della stanza, anche ai conigli piace la privacy in certi momenti!

 

Traversine salva pipì:

Alcuni conigli tendono a fare pipì vicino alla lettiera, mettete le traversine assorbenti nei punti dove il coniglio tende a sporcare..questo è un modo semplice per non dover continuamente pulire il pavimento!!!

 

1.jpg 4.jpg

 

Pulizia della lettiera

 

Noterete che il coniglio tende a sporcare negli angoli, potete pulire giornalmente togliendo con una paletta di plastica solo l'angolo sporco e aggiungere nuovo pellet. La pulizia generale della lettiera potete farla 1 volta a settimana.

 

 

La Gabbia:

Non ci piace! non deve essere usata, il coniglio non va mai chiuso in gabbia!

 

Se avete la gabbia vi consigliamo di togliere la griglia sopra ed usare la base come lettiera.

 

ATTENZIONE la gabbia aperta può fungere da rifugio, ma le griglie possono essere pericolose! Il coniglio entrando o uscendo dalla gabbia può impigliarsi con la zampetta causandosi gravi fratture, capita molto spesso! Noi consigliamo di togliere la parte in griglia ed usare solo il fondo come lettiera, ma se usate la gabbia così con la griglia assicuratevi di coprire sopra con un tappetino e la porticina con del nastro adesivo di stoffa, o meglio ancora eliminare la porticina.

 

 gabbiasicura.jpg

 

 

 

ARRICHIMENTO AMBIENTALE

 

Una stanza senza interessi e spoglia renderà il coniglio triste che per la noia inizierà a sfogare lo stress rosicchiando e sporcando con feci ed urina.

 

Ecco come rendere confortevole la stanza del vostro coniglio:

  • un bel tappeto su cui dormire e correre

  • dei giochini come il tunnel

  • una bella lettiera con abbondante fieno dentro

  • una ciotolona pesante in ceramica per l'acqua cosi da evitare che la possano rovesciare

  • una bella ciotolona per la verdura

  • una cuccia, lettino, tappetino, cestino con fieno se vogliono riposare

  • coprite il divano con delle coperte, teli o tela cerata se avete paura che facciano pipì se siete via...

 

Tappeti:

Il coniglio ha bisogno di correre e saltare, il movimento oltre a renderlo felice è un vero allenamento psicofisico!

Necessita quindi di spazi in casa e un bel tappeto su cui fare "grip"!

Vedrete cosi il vostro coniglio fare vere piroette, apprezzano molto anche divani e letti!

E' importante mettere un bel tappeto in cui il coniglio possa muoversi e correre senza scivolare.

 

Vedi il video

 

tappet2.jpg tappeto.jpg 2.jpg stanza.jpg 2.jpg

 

Arredamento lapino

 

Un ambiente stimolante rende felice il coniglio!

Un lettino per dormire, una fieniera utilissima o tunnel sono molto apprezzati. Queste cose le potete trovare sul nostro Mercatino Lapino Solidale.

 

fieniere.jpg lettini.jpg matrimoniale.jpg tunnel.jpg

 

Una stanza ricca di cucce, tappeti e  giochini..

 

E.jpg D.jpg A.jpg stanza.jpg 1.jpg

 

2.jpg 2.jpg

 

Esempi di lettini, coperte, cucce piene di fieno:

 

cestino.jpg stanza.jpg piero e ginevra.jpg lettino2.jpg

 

lettino.jpg lettino3.jpg lettino4.jpg 3.jpg

 

ed anche il lettone di mamma e papà :-)

 

lettino5.jpg

 

e cosa c'è di più bello dei nostri coniglietti liberi di giocare, comunicare, saltare, correre e svegliarci al mattino??????

 

pisty.jpg koki.jpg letto.jpg

 

 

 

VITA ALL'ARIA APERTA MA IN SICUREZZA

 

DSCN5577.jpgPer chi possiede un bel giardino, resta valida l’attenzione da portare alle piante ornamentali. Il giardino deve essere ben protetto in tutto il perimetro da muretto e rete metallica (senza buchi o possibilità di fuga).

La libertà in giardino puo’ andar bene se è veramente sicuro e se non ci sono pericoli di animali predatori (cani, gatti e altro..) che possono entrare ed uccidere il coniglietto. Attenzione anche che non sia troppo accessibile da persone "malintenzionate". Sono sempre più frequenti purtroppo i conigli rubati nei giardini.

Per chi abita in campagna il rischio di animali predatori è molto alto, quindi attenzione!!! Non lasciateli in giardino specie la notte è bene che possano avere un posto più sicuro (non in gabbia!) senza procurargli però sbalzi elevati di temperature.

 

Potete arredare il giardino con casette in legno e tunnel.

 

conigliingiradino.jpg 6.jpg 6.jpg spumi4.JPG

1.jpg 2.jpg 3.jpg spumi3.jpg

 

La tana del coniglio, attenzione

 

In natura il coniglio scava delle tane, per cui è normale se nel vostro giardino il coniglio scaverà delle buche!

Scavando si diverte ma attenzione... se scavano gallerie profonde può essere un problema:

 

- possono scavare gallerie lunghissime in poco tempo ed uscire quindi dal vostro giardino

- scavando in profondità può succedere che gli frani la terra addosso rimanendo sepolto

- il coniglio se stà male tende a rifugiarsi nella tana, se la galleria è profonda non riuscirete più a prenderlo per curarlo  e morirà come spesso accade dentro la tana.

 

Quello che potete fare ogni volta che vedete un inizio di galleria tapparlo con un sasso grande, certo inizierà da un altra parte..ma dovrete evitare che faccia delle tane profonde.

 

2.jpg 1.jpg 3.jpg

 

Attenzione alle temperature estive

 

Quando le temperature superano i 27 gradi il coniglio rischia colpo di calore,è qundi importante rinfrescare la loro zona con dei nebulizzatori di acqua (reperibili nei negozi di giardinaggio) che abbassa la temperatura e li aiuta a stare meglio..molti conigli purtroppo muoiono per il caldo nonostante abbiano a disposizione casette, ombra degli alberi o delle siepi...

 

2.jpg 1.jpg

 

Recinto..si purchè ampio

 

L’opzione di tenere in giardino un recinto come fissa dimora del coniglio può andar bene purchè il recinto rispetti determinate caratteristiche.
Innanzi tutto deve essere abbastanza ampio da permettere al coniglio di scorazzare, saltare e muoversi liberamente.

Per cui pensiamo ad una dimensione MINIMA di 6 mt x 6 mt (ma più è ampio ovviamente meglio è).


La rete deve essere abbastanza stretta da non permettere al coniglio di infilarsi nei buchi magari con la testa e rimanere impigliato soffocandosi. Il recinto deve essere sufficientemente alto da non permettere al coniglio di saltare e scappare (quindi almeno 1 mt e mezzo di altezza). La rete va sistemata tutta intorno al perimetro facendo attenzione di scavare e farla partire da sotto terra da almeno 20 cm. per evitare che il coniglio possa scappare spingendola o scavando.

 

Bisogna anche prevedere di sotterrare almeno 20 cm. sotto il livello del recinto all’altezza in cui parte la rete perimetrale una rete che copra tutta la superficie in quanto non solo il coniglio è in grado di scavare velocemente, a fondo, e fare dei tunnel sotto terra che potrebbero tranquillamente portarlo al di fuori del recinto, ma viceversa gatti randagi, cani, o in campagna anche volpi, donnole e faine, potrebbero scavare ed entrare nel recinto facilmente.

Ricordatevi che il coniglio scava, è nella sua natura!


Ma il pericolo non arriva solo dal basso, ma anche dall’alto. Gli stessi animali di cui sopra possono facilmente arrampicarsi e saltare dentro il recinto ed uccidere il coniglio, magari non con cattiveria, solo per gioco. Attenzione poi di notte ai rapaci che possono non tanto atterrare ed alzare il coniglio come farebbe un’aquila in montagna, ma un falchetto, o anche una cornacchia, possono entrare facilmente in un recinto aperto ed andare a beccare il coniglio procurandogli lacerazioni devastanti.

 

Infine all’interno del giardino e recinto devono essere poste 2 cose importanti.

 

1) Una casetta veramente BEN coibentata in modo da permettergli di rifugiarsi dal freddo d’inverno. Si può pensare anche ad una casetta a più piani con delle stanze con finestre e porticine per entrare, ma anche delle stanze senza aperture in modo da rimanere ben calde per l’inverno, magari apribili solo dall’alto per essere pulite. Per questo vi potete sbizzarrire con la fantasia da falegnami.

2) Ma ancor più del freddo i conigli temono il caldo e soprattutto attenzione ai colpi di sole d’estate. Ecco perché  dev’ essere prevista una bella ed ampia zona d’ombra, che potrebbe essere un’ampia tettoia della casetta, magari montabile d’estate e smontabile d’ inverno a scelta, oppure ancor meglio una pianta ampia (sempre attenzione che non si tratti di pianta tossica per loro) che gli faccia ombra per permettere al coniglietto di sdraiarcisi sotto nelle calde giornate d’estate.

 

Attenzione che il coniglio non rischi un "colpo di calore" o il congelamento.

 

 

Foto recinti

 

recinto-conigli.jpg  DSC02381.jpg  recinto.jpg  1.jpg  2.jpg

 

3.jpg

 

Arredare e creare un ambiente divertente e stimolante

 

Ricordatevi che un recinto deve essere ampio, sicuro e ben protetto e deve contenere degli svaghi per il coniglio.

  • casette

  • tunnel

  • tanto fieno

  • scalette

Potete costruire delle casette per arredare terrazze e giardini, oltre ad essere usate dal coniglio come nascondiglio o gioco, sono indispensabili per i conigli che vivono molto tempo in terrazzo e in giardino.

 

arredamento.jpg 2.jpg

 

Per i conigli che vivono all'aperto anche di notte e d'inverno devono essere ben coibentate a prova di freddo, vento e pioggia.

La casetta coinbentata la trovate in commercio su vari siti specializzati in prodotti per animali.

Per l'inverno è necessario un buon riparo, in commercio esistono casette in legno coibentate di varie misure che potete vedere qui: www.arcadelmasi.com

 

1.jpg