La Voce Dei Conigli

sito informativo sui conigli e tematiche animaliste

 

Non siamo zoofili, siamo contrari al commercio ed alla riproduzione degli animali. Questo sito è contro la vivisezione, la caccia, gli zoo, contro qualsiasi forma di sfruttamento animale.

Il nostro obiettivo è il benessere di tutti gli animali, per questo sosteniamo uno stile di vita etico dall'alimentazione priva di carne e derivati animali, alla scelta di acquistare prodotti che non abbiano comportato morte o sofferenza di nessun essere vivente.

Home  Menù principale  Contatti 

Schede  Adozioni

    

 

Menù principale

 

Prima visita

Il coniglio

Sistemazione

Alimentazione

Igiene e cura

Prevenzione

Malattie

Sterilizzazione

Vaccinazioni

Comportamento

Linguaggio

Convivenza

Colpo di calore

Veterinari

 

 

 

 

COSTIPAZIONE- STASI GASTRO INTESTINALE

Torna a malattie

Come prendersi cura di un coniglio malato (farmaci, alimentazione forzata, terapie)

 

Il blocco gastrointestinale (o anche stasi/costipazione gastrointestinale) nei conigli d affezione è purtroppo molto frequente ed è anche una delle prime cause di morte.

 

A volte è solo un rallentamento della motilità intestinale, il coniglio rimane apatico e non mangia, spesso si risolve nel giro di poche ore dopo la somministrazione di un antidolorifico ricominciando a mangiare e a scaricare.

 

Se il coniglio però non dovesse ritornare vispo ed attivo entro 2-3 ore allora bisogna correre dal veterinario!

 

Diventa veramente pericoloso quando non viene riconosciuto in breve tempo e curato adeguatamente.

 

COSA SUCCEDE:

 

Il coniglio deve sempre mangiare per avere lo stomaco pieno e tenere il sistema gastrointestinale in continuo movimento, il digiuno è mortale, ricordiamoci che il coniglio non è in grado di vomitare.

 

TIPOLOGIE DI BLOCCO:

 

Esistono 2 tipi di blocco GI, è importante andare dal veterinario per riconoscere di quale si tratta per una giusta terapia.

 

Quando un coniglio ha un blocco GI il cibo contenuto nello stomaco rimane fermo per troppo tempo diventando sempre più  asciutto e secco, fino a formare una massa dura riconoscibile anche anche al tatto. 

Con il passare delle ore si arriverà  ad un'ulteriore disidratazione dei contenuti del sistema gastrointestinale fino al blocco completo (stomaco duro).

 

In altri casi il cibo bloccato nello stomaco comincia a fermentare, producendo gas che riempie stomaco e intestino (addome gonfio), causando forte dolore (coliche intestinali), anoressia, il coniglio smette di mangiare e di scaricare feci, scatenando il moltiplicarsi di batteri nocivi.

Esistono vari fattori che causano questo problema (vedi CAUSE sotto).

 

Se invece il problema è un ostruzione intestinale causata dall'ingestione di materiale (plastica, cartone, tessuto) il problema è molto grave, in certi casi si deve ricorrere alla chirurgia.

In alcuni casi si formano masse di pelo ingerito (tricobezoari) che possono ostruire l'intestino.

La chirurgia è da fare solo in caso in cui la situazione sia critica perchè spesso il coniglio non supera questo intervento.

 

SINTOMI:

 

Il coniglio non si muove o non mangia neanche se gli offriamo il cibo, rimane apatico in un angolo con le orecchie abbassate e lo sguardo spento, ha posture raccolte e segni di dolore (si rigira in posizioni strane), occhi sbarrati, digrignamento dei denti, tremori, perdita dell'appetito progressiva fino all'anoressia completa, ventre gonfio (se c'è gas) o duro,  assenza di feci o feci molto piccole.

Si può notare anche un abbassamento della temperatura corporea (molto pericolosa), le orecchie sono fredde.

 

CAUSE:

  • alimentazione povera di fibre e troppo ricca di zuccheri,

  • troppi peli ingeriti,

  • corpi estranei ingeriti (plastica, ferro o altri materiali, tessuto, cartone ecc.),

  • poco movimento (vita in gabbia...),

  • brusco cambio dell' alimentazione,

  • freddo (sbalzi di temperatura),

  • stress (cambio casa,  operazioni chirurgiche)

  • il coniglio ha mangiato voracemente.

RIMEDI:

 

Il FAI DA TE è VIETATO! e può essere molto pericoloso!

Consultare SUBITO il veterinario esperto per visita, raggi e una terapia adeguata. 

Il veterinario stabilirà la gravità del problema tramite visita, palpazione addome ed eventualmente una radiografia.

La terapia in caso di blocco Gi cambia appunto dal tipo di problema riscontrato. 

 

Quello che noi possiamo fare a casa subito in attesa di andare dal veterinario:

  • antidolorifico (importantissimo, a volte solo quello risolve se il blocco è leggero)

 La terapia verrà poi prescritta dal veterinario e potrebbe comprendere:

  • flebo per reidratare il coniglio e rendere morbido il contenuto gastrico 

  • farmaco per stimolare la motilità intestinale

  • farmaco per aiutarlo a scaricare il gas (nel caso ce ne fosse)

  • anche il movimento può aiutare il coniglio nel riprendere il funzionamento intestinale

  • se ha la temperatura bassa tenerlo al caldo con una lampada o tappetino riscaldante

  • massaggiare delicatamente l' addome (per aiutare la fuoriuscita del gas)

 

IMPORTANTE:

L'alimentazione forzata  va fatta solo dopo un accurata visita dal veterinario. Se lo stomaco è pieno di cibo o c'è un ostruzione meccanica (da corpo estraneo) e lo alimentiamo forzatamente potremmo peggiorare ulteriormente la situazione causando una pericolosissima dilatazione gastrica.

 

Stessa cosa per la somministrazione di farmaci per la motilità intestinale (motilex procinetico) non va MAI fatta in caso di ostruzione da corpo estraneo, quindi prima necessita una visita veterinaria specialistica.

 

Non date MAI prodotti tipo vaselina o remover, oltre ad essere inutili sono dannosi e peggiorano la stituazione.

 

Il digiuno per i conigli è mortale, non aspettare assolutamente più di 12 ore per andare dal veterinario di fiducia.

 

Non praticare l'eutanasia al coniglio! date il tempo alla cura di fare effetto..a volte la cura richiede giorni di terapia!

 

 

RIPRESA:

 

Continuare per alcuni giorni la terapia fino a che il coniglio non ha ripreso bene a mangiare e scaricare.

 

PREVENZIONE:

 

Fornire sempre molte fibre (fieno, erba e verdura a volontà).

Durante la muta del pelo tenere il mantello spazzolato per evitare che ingerisca troppi peli, somministrare più fieno ed erba a fibra lunga che aiuta l'espulsione del pelo.

Non tenere il coniglio in gabbia, ha bisogno di molto movimento, poche ore al giorno di libertà non sono sufficienti!

Tenere in casa i farmaci per la terapia essendo molto frequente nel coniglio.

 

Ricordiamo che il tempismo nel riconoscere e curare il coniglio è importantissimo!

Esistono casi di blocchi intestinali comunque mortali nonostante la terapia adeguata.

 

Per altre info visitate anche la pagina della Dott. M. Avanzi

 

Feci ben formate 

è segno di salute

Feci unite dai peli ingeriti, 

più frequente nel periodo della muta

Ciecotrofo, ricco di 

sostanze nutritive

 

 

 

COME PRENDERSI CURA DI UN CONIGLIO MALATO

 

E' molto importante essere preparati per somministrare farmaci e alimentazione forzata al coniglio! Ecco come fare:

 

critical care oxbow.jpg

 

Come fare l'alimentazione forzata

Come somministrare farmaci, medicazioni, reidratazione sottocute

Farmaci da avere in casa

 

farmacia.jpg